Logo dell'Istar

Istar - sito ufficiale

Sezioni principali del sito

Menu principale

Eleonora in sarda rima. Premio di poesia

 25 01 2024    |     Evento dal 25 01 2024  al 08 03 2024

BANDO

Premio di poesia

Eleonora in sarda rima

I edizione - 2024

 

L’ISTAR (Istituto Storico Arborense) promuove per l’anno 2024 la prima edizione del premio di poesia Eleonora in sarda rima, in nome, onore e memoria della protagonista più emblematica della storia di Sardegna: la giudicessa, juighissa, Eleonora d’Arborea (†1403). Eleonora in sarda rima è quindi un concorso letterario “a tema” e dedicato alla versificazione “in rima”, nell’ambito della quale predetermina la scelta degli schemi strofici, selezionati fra i più rappresentativi della plurisecolare “civiltà metrica sarda”. L’intenzione è tutt’altro che retriva né si oppone per principio alla pratica del “verso libero”. Mira invece, oltreché a incoraggiare l’uso delle lingue di Sardegna, a rifunzionalizzare storiche strutture formali. Promuove «geometrie di libertà» (Alberto Masala) anche in una prospettiva di pedagogia poetica che vede nella rima e nel suo regolarsi in organismi complessi, adoperati con sensibilità moderna, un importante stimolo di creazione artistica.

N.B. Materiali storici su Eleonora, la Cartade Logu, e più in generale sul Giudicato d’Arborea sono reperibili nel sito ufficialeISTAR Arborensia www.istar.oristano.it dove è pubblicato anche il presente bando.

 

 

ART. 1 – ARTICOLAZIONE DEL PREMIOLETTERARIO

Il premio Eleonora in sarda rima è riservato a poesie in lingua sarda (in qualsiasi sua variante) e nelle altre lingue in uso in Sardegna (gallurese e sassarese; tabarchino; algherese).

Il Premio è articolato nelle seguenti sezioni, secondo le forme in sarda rima richieste per la partecipazione al concorso, puntualmente illustrate nell’Allegato al presente bando (per l'Allegato, si clicchi qui).

Si avverte che, soprattutto nell’assegnazione del Primo Premio Assoluto (vedi Art. 2), riscontrata comunque la qualità dei testi sotto il profilo sia storico sia letterario, la Giuria Tecnica (vedi Art. 4) si riserva la facoltà di apprezzare in particolar modo le composizioni che adoperino strutture diverse da quelle attualmente più usate, come il sonetto e l’ottava serrada.

Si raccomanda di leggere con attenzione la descrizione delle forme metriche contenuta nell’Allegato al Bando (per il Bando, si clicchi qui).

 

  1. Sezione A – Forme fisse: metri torrados

A.1. sesta torrada (gosos/goccius) – minimo 4 strofe / massimo 8 strofe (pesada esclusa)

A.2. cantzoni a curba – minimo 4 strofe / massimo 6 strofe (pesada esclusa)

A.3. deghina glosa (o glossa)

 

  1. Sezione B – Forme libere

B.1. sonetto

B.2. sesta lira serrada – minimo 5 strofe / massimo 8 strofe

B.3. ottava lira serrada – minimo 4 strofe / massimo 8 strofe

B.4. ottava serrada – minimo 3 strofe / massimo 6 strofe

 

  1. Sezione C – Forme incatenate e a retrogradazione di rime: cuartettas (cau- date), retrogas e metri trobeados

C.1. cuartetta (caudata) – minimo 8 strofe / massimo 12 strofe

C.2. muttu con torrada minore – minimo 3 versi /massimo 6 versi di istèrrida (massimo 3 muttos)

C.3. ottava lira retroga - dòighi travadu - noe ’oltadu

 

 

ART. 2 – I PREMI

Il concorso prevede un montepremi di € 4.000,00 così ripartiti:

  • Primo premio assoluto (la cui assegnazione esclude dalla premiazione nelle sezioni A, B, C):€ 1.300,00 per la poesia selezionata a prescindere dalla sez. di partecipazione.
  • A: € 900,00 al primo classificato
  • B: € 900,00 al primo classificato
  • C: € 900,00 al primo classificato

Inserimento nell’Antologia del Premio

Un ulteriore riconoscimento consisterà nella pubblicazione, in sede editoriale prestigiosa e a grande diffusione, nell’Antologia del Premio delle poesie vincitrici e di altri elaborati partecipanti, scelti a insindacabile giudizio della Giuria Tecnica (vedi Art. 4).

 

 

ART. 3 – REGOLAMENTO E MODALITÀ DIPARTECIPAZIONE

  • La partecipazione è aperta a tutti e gratuita
  • Ogni partecipante deve far pervenire i propri elaborati inediti e mai presentati in altri concorsi, entro e non oltre, pena l’esclusione, le 24.00 di venerdì 8 marzo 2024.
  • Gli elaborati potranno essere inviatiesclusivamente via email all’indirizzo eleonorainsardarima.istar@gmail.com
  • Le poesie devono essere firmate dall’autore con nome e cognome. L’invio dovrà essere accompagnato da una nota in cui il partecipante indicherà i propri dati anagrafici (luogo e data di nascita, residenza, recapito telefonico, indirizzo email e codice fiscale), specificando a quale delle tre sezioni intende partecipare.
  • È consentito partecipare a una sola sezione fra quelle indicate nell’Art. 1 e con un solo elaborato per sezione.
  • I lavori inviati resteranno di proprietà dell’ISTAR che si riserva i diritti di eventuale pubblicazione o di altro eventuale utilizzo culturale.
  • La partecipazione al Premio comporta la completa accettazione e conoscenza delle norme indicate nel presente bando, oltre che il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento UE n. 679/2016 (Dgpr).

 

 

ART. 4 – LA GIURIA

La scelta dei vincitori compete alla Giuria Tecnica designata dall’ISTAR, presieduta da Giancarlo Porcu (specialista di metrica e filologia sarda), e composta da Sebastiano Pilosu (etnomusicologo) e Roberto Caria (docente presso la FacoltàTeologica della Sardegna, cultore dipoesia sarda). Il giudizio della Giuria è insindacabile.

 

 

ART. 5 – PREMIAZIONE

La manifestazione conclusiva con la consegna del Premio avrà luogo il giorno domenica 28 aprile 2024, in Oristano, presso il Teatro Garau, in occasione di “Sa Die de sa Sardigna”. Verrà valutata la possibilità di una esecuzione cantata di alcune poesie selezionate ‘ad hoc’. I vincitori saranno avvisati per tempo tramite comunicazione telefonica e/o email.

 

Oristano 8 gennaio 2024

Prof. Giampaolo Mele

Direttore Scientifico ISTAR

 

 

ALLEGATO

Il bando completo e l'Allegato sono scaricabili cliccando qui o nel link, sempre nella presente pagina, disposto in alto a destra (nella sezione: Voci correlate).